engita
Aero Club Como
Associazione sportiva dilettantistica
federata all'Aero Club d'Italia e al CONI
Via Masia 44
20100 Como ITALY
info@aeroclubcomo.com
AEROCLUBCOMO               AeroClubComo on Facebook AeroClubComo on YouTube

Il volo idro

 

L’idrovolante, potendo operare ovunque vi sia acqua e in assenza di qualunque infrastruttura aeronautica, consente operazioni di complessità elevatissima, simili a quelle che si possono compiere con un elicottero, ma trasportando carichi maggiori, a velocità più alte, con un maggiore raggio di azione e a costi molto inferiori di quest’ultimo, con, d’altra parte, l’evidente limite di non poter atterrare e decollare verticalmente.

  

Trasporti impossibili con altri mezzi sono consentiti con l'idrovolante, con il solo presupposto
che sia disponibile nelle vicinanze uno specchio d'acqua. Qui è un Piaggio P-136 presso un'isola
del Mediterraneo.
Trasporto di materiali in una zona brada
del Canada, con un De Havilland beaver.

Con gli idrovolanti si compiono trasporti speciali in ambienti inusuali, si porta assistenza in aree in cui non arriva alcun altro mezzo, si spengono incendi, si ricercano naufraghi, con la possibilità di raccoglierli dopo averli trovati. Questo fu anzi uno degli impieghi principali durante le guerre del Novecento, ma la funzione di ricerca e soccorso è ancora oggi svolta, per esempio dagli Shin Meiwa giapponesi, usati per portare assistenza all’immensa flotta di pescherecci che operano nel Pacifico.
La funzione antincendio è la più conosciuta al grande pubblico di quelle che gli idrovolanti assolvono nell’epoca attuale. Essa viene svolta con i celebri “Canadair”, ma anche con altri tipi di idrovolanti, come i più piccoli “Fire Boss”.

 

Aerei antincendio. A sinistra, Fire Boss. A destra,Canadair.

 

Altri ambienti in cui gli idrovolanti hanno operato con successo sono quelli innevati o ghiacciati. Su superfici di questo tipo gli idrovolanti hanno sovente atterrato e poi decollato, effettuando difficili operazioni di trasporto o salvataggio.

 

Ricerca e soccorso di naufraghi. A destra il giapponese Shin Meiwa.
 

 

Lake usato come aeroambulanza in America del Sud. A destra, rilevamento e, in questo caso,
bombardamento di iceberg da parte di un Grumman Albatros.

 

 Ci sono poi le operazioni nell’ambito del volo di piacere, svolto dallo stesso proprietario dell’idrovolante o a favore di terze persone, che possono essere i clienti di un’azienda o i soci di un aero club, con i loro ospiti, o chiunque salga su un idrovolante non perché deve andare da qualche parte, ma per il piacere di provare l’inusuale mezzo di trasporto o di partecipare a un’escursione che solo l’idrovolante consente.

 

 

Idrovolanti usati per scopi di piacere. A sinistra, wing walking, traino di sciatori d'acqua e acrobazia con idrovolanti negli anni Venti e Trenta.
In alto, scene di idrovolanti sul Lago di Como.
Qui sopra, idrovolante in un resort tropicale e a bordo di uno yacht.
Sotto, idrovolanti a scafo usati per trasporti turistici.
 
 

 

Operazioni in aree estremamente fredde. In alto Catalina in un mare ghiacciato dell'Alaska
e in un'operazione di rifornimento dopo essere atterrato sul ghiaccio.
Sotto, operazioni di rifornimento ad alta quota di un Beaver di Kenmore Air Harbor.                  

 

 

            

THE WORLD OF WATER FLYING

 Clicca per vedere la presentazione

 

 

     
Share on facebook