engita
Aero Club Como
Associazione sportiva dilettantistica
federata all'Aero Club d'Italia e al CONI
Via Masia 44
20100 Como ITALY
info@aeroclubcomo.com
AEROCLUBCOMO               AeroClubComo on Facebook AeroClubComo on YouTube

Gabriele Ermecini si presenta

 

Gabriele Ermecini è Chief Flight Instructor alla scuola di volo dell'Aero Club Como.

 

 All´inizio dell´estate, dopo gli esami di terza media, mi preparavo ad affrontare greco e latino al Liceo Classico dei Salesiani di Milano, ma in un caldo pomeriggio io ed alcuni amici abbiamo deciso di pedalare fino all´aeroporto di Milano-Bresso.

Ricordo l´incantato e l´emozione che mi colpì nel vedere tutti quegli gli aerei in volo e a terra. Altro che Salesiani…

A Settembre ero iscritto alla prima classe dell´istituto tecnico aeronautico di Milano. Ho iniziato allora a risparmiare i soldi per poter contribuire alle spese per la mia prima "licenza": l´attestato di allievo pilota che avrei potuto realizzare solo tre anni più tardi.

Sotto la guida di Sergio Dallan e Rolando Sarina e ancora prima di avere l´età minima per la patente della macchina, potevo già volare da solo! La licenza di pilota privato è stato il passo successivo, che ho completato ad Alessandria.

L´esame di maturità mi ha poi conferito il titolo di "Perito Aeronautico - assistente alla navigazione aerea", mentre la licenza di volo ottenuta poco prima mi facevano sentire già un pilota provetto. La strada da percorrere era però ancora molto lunga e non certo in discesa. Finito il servizio di leva nel 3° Rgt. Bersaglieri dovevo assolutamente raggiungere il numero minimo di ore e di denari per poter accedere al conseguimento della licenza di Pilota Commerciale. Un po' per caso sono capitato ad Alzate Brianza, all´Aero Club Volovelistico Lariano, dove avrei potuto accumulare ore trainando alianti.

In quel periodo ho lavorato come squadrista per i piloti di volo a vela, che spesso necessitavano di essere recuperati dopo un atterraggio "fuori campo" e come manutentore degli impianti in una importante catena di lavanderie. Per il traino degli alianti ad Alzate c´era solo lo Stinson L5, ma per poterlo usare dovevo essere abilitato al biciclo e io non lo ero ancora. Sono allora tornato da Sergio Dallan, a Bresso, dove l´unico aereo disponibile per quell´abilitazione era il Cap10. Ho preso così l´abilitazione al ruotino posteriore e ho scoperto con gioia, sudore e budella aggrovigliate le meraviglie del  volo acrobatico.

Iniziò così la mia prima esperienza dedicata interamente al volo. Dopo aver conseguito la licenza di volo a vela, interessante per le particolari tecniche di pilotaggio, la sera insegnavo agli allievi piloti le materie nelle quali mi ero diplomato, mentre di giorno mi impegnavo come pilota trainatore ad Alzate e, durante i campionati europei di volo a vela, a Rieti (Centro italiano di volo a vela).

Il "vecchio"  lavoro tra panni sporchi e lavatrici puzzolenti è stato presto sostituito con un impiego molto più divertente e redditizio per Tele+: "Istant Replay", un sistema allora all´avanguardia che sostituiva la vecchia moviola meccanica, dedicato alle partite di calcio di serie A in diretta nel posticipo serale.

Un brutto incidente di aliante in un caldo pomeriggio comportò la scomparsa di un mio caro amico e di un altro giovane coetaneo e questo evento nefasto mi ha turbato a tal punto che per un anno intero non sono più salito su un aeroplano.

La passione per il volo, come una droga, ha però ricominciato a farsi sentire e, con una nuova consapevolezza, ho deciso di proseguire il percorso lasciato in sospeso.

Purtroppo anche il lavoro con Tele+ non mi permetteva di risparmiare a sufficienza per poter affrontare la grande spesa della licenza commerciale e così ho iniziato a seguire le orme paterne, lavorando nello studio di famiglia di consulenza e valutazione di danni automobilistici. Un po' con le mie forze e con molto aiuto dei miei genitori sono riuscito a iniziare all´Aero Club Varese il corso teorico per la licenza commerciale. Finito il corso e dati gli esami teorici ho proseguito l´addestramento pratico all´Aero Club Milano e qualche tempo dopo ho ottenuto la licenza tanto desiderata.

Ho poi vissuto a Roma qualche tempo per seguire il corso MCC (Multy Crew Coordination) alla scuola dell´Alitalia e per completare l´abilitazione al Citation, un piccolo bireattore privato.

Rientrato a Milano ho trovato lavoro all´aeroporto di Malpensa e sono stato impiegato come addetto al check-in, come agente rampa e addetto al peso e bilanciamento degli aeroplani per le maggiori compagnie aeree. Nel frattempo, nel tempo libero, lavoravo come operatore alla radio dell´aeroporto di Milano-Bresso e volavo in qualità di "safety pilot" con i piloti dell´Aero Club Milano.

I tempi erano maturi per poter iniziare il Corso Istruttori, che ho seguito a Perugia. Poco più di dieci anni fa con circa 700 ore di volo, ho iniziato a collaborare con l´Aero Club Como, dopo aver completato le abilitazioni all´idrovolante e all´anfibio.

Qui ho scoperto quanto fosse affascinate il volo idro e ancor più quanto fosse coinvolgente ed emozionante insegnare ed addestrare nuovi allievi e piloti, talvolta già molto esperti, in questa particolarissima specialità. La passione per l´insegnamento mi ha indotto ad accantonare ogni progetto per lavorare in compagnia aerea.

Tuttora lavoro all´Aero Club Como part-time, ma durante questi anni ho esteso le mie conoscenze anche ad altre tipologie e modelli di aeromobili non presenti nella flotta comasca, pur trattandosi sempre di idrovolanti.

Il mio primo viaggio negli Stati Uniti è Stato a Wichita, la patria mondiale dell´aviazione, dove ho conseguito l´abilitazione al Caravan C208. Al rientro, in Svezia, ho esteso l´abilitazione a questa macchina alla versione anfibia, operando sul Mar Baltico .

Impiegato come comandante, ho collaborato part-time alla realizzazione di una compagnia aerea che trasportava passeggeri con C208 Caravan anfibi, offrendo la  mia esperienza nelle mansioni di Crew Training Post Holder e di Flight Operation Deputy.

Ho così potuto diventare esaminatore su Caravan e Caravan anfibio, essendo ad oggi l´unico a possedere questa qualifica in Italia.

Il mio secondo viaggio negli States è stato sempre a Wichita, per la Licenza di Pilota di Linea e per l´abilitazione allo Hawker 400 XP, un jet privato di medie dimensioni e con elevate prestazioni.

In seguito ho avviato le operazioni nel Mediterraneo e nell'Egeo per una compagnia turca, impegnandomi nella formazione del personale, ma soprattutto nell´adestramento del comandante e del co-pilota per tutte le operazioni in mare con passeggeri.

Oggi, dopo più di 20 anni dal mio primo volo, ho all´attivo più di 7000 ore di volo, di cui più di 6000 su aeromobili idro e anfibi e mi sento di dire che nulla, in aviazione, possa competere con il fascino e la magia del mondo idro.

     
Share on facebook