engita
Aero Club Como
Associazione sportiva dilettantistica
federata all'Aero Club d'Italia e al CONI
Via Masia 44
20100 Como ITALY
info@aeroclubcomo.com
AEROCLUBCOMO               AeroClubComo on Facebook AeroClubComo on YouTube
Viaggo a Majorca
18/9/2012

Viaggo a Majorca

I primi idrovolanti da 70 anni a scendere all'Idroscalo di Pollensa.

Un viaggio fatto con l'eccellente Lake LA 270, pilotato da Mario Pittorelli.

 

 

 

La Fondazione aerea di Majorca ha organizzato la riapertura della base di Pollensa, operativa negli anni Trenta, nei giorni 15 e 16 settembre 2012.

Hanno aderito all'invito l'Aero Club Como, con il Lake 270 pilotato da Mario Pittorelli. Copilota Cesare Baj e passeggera Mirella, moglie di Mario.

La rotta è stata Como-Cannes-Son Bonet, l'aeroporto di Majorca destinato all'aviazione generale. Tempo bello, con il solito mare grosso sul Golfo del Leone.

Unico altro partecipante, il Cessna 206 dell'amico Martin Picard.

Molto calorosa l'accoglienza degli amici majorchini, splendida l'ospitalità e bellissima la base di idrovolanti, tenuta in perfetta efficienza dall'Aviazione Spagnola, seppure non adibita al traffico idrovolantistico, ma a residenza di vacanze per gli ufficiali.

L'ampia baia di Pollensa, oltre che offrire un riparo alle operazioni di decollo e ammaraggio degli idrovolanti, è probabilmente la più bella dell'isola, contornata da montagne e da discreti abitati.

 

 

 La baia  di Pollensa. A destra, protetta dai frangiflutti, la base degli idrovolanti.

 

La base consta di due barriere frangiflutti due scivoli, un enorme piazzale e parecchi grossi hangar, oltre a numerose palazzine e tante case per il personale. Interessante per la Spagna e le Baleari ritrovarsi una base per idrovolanti in perfetta efficienza e pronta all'uso.

Giunti il venerdì, il sabato la base è stata aperta al pubblico e ha registrato l'accesso di 5000 persone, in gran parte famiglie di Majorca che entravano per la prima volta nella base militare.

Grande interesse per gli idrovolanti, con centinaia di bambini fatti sedere ai posti di pilotaggio.

 

Grande affluenza di pubblico a vedere gli idrovolanti.

 

La sera, cena di gala con i dirigenti e soci della Fondazione, il sindaco di Pollensa e tante altre autorità. Il presidente Baj ha avuto l'onore di scrivere la prima testimonianza sul Libro ufficiale della manifestazione, approntato con l'auspicio che possa completarsi con tante altre testimonianze di piloti impegnati in operazioni di idrovolanti regolari sulle Balleari.

Majorca è una bellissima isola, soprattutto nella parte montagnosa a nord, che abbiamo potuto godere in un'escursione di un intero giorno in auto.

 

Panorami di Majorca. A sinistra, Mario e Mirella Pittorelli.

 

Il lunedì abbiamo ripreso la via del ritorno via Figari, in Corsica, per il risornimento. Da Majorca a Figari sono 250 miglia di mare aperto. Volare per ore sul mare senza vedere terra o navi fa sempre una certa impressione e richiama alla mente le avventure dei grandi trasvolatori del passato. Cose belle da sapere, ma che sispera di non dover vivere, essendo l'esito di un eventuale inconveniente, in quelle condizioni, incerto.

 

A sinistra, lasciando le ultime propaggini di Majorca. Al centro, in volo su Ajaccio.
A destra, sui monti della Corsica a sud di Calvi.

 

Grande risalto sui giornali e gli amici della Fondazione subito all'opera per organizzare la prossima manifestazione, alla quale cercheremo di partecipare con più idrovolanti.

 

Clicca sulle immagini per aprire le pagine dei giornali.

 

Diario de Mallorca



El Mundo



Ultima Hora

 

Clicca sulle immagini per vedere le carte aeronautiche.

Pollensa

 

Son Bonet

 

 

Share on facebook