engita
Aero Club Como
Associazione sportiva dilettantistica
federata all'Aero Club d'Italia e al CONI
Via Masia 44
20100 Como ITALY
info@aeroclubcomo.com
AEROCLUBCOMO               AeroClubComo on Facebook AeroClubComo on YouTube
Alla Comina, tra molti aerei storici
27/6/2010

Alla Comina, tra molti aerei storici

 Bella manifestazione sull'aviosuperficie vicino a Pordenone.

 

 

 

Il Lake 270 a “La Comina”

Partiti presto per avere un lago "decollabile", lasciamo Como con destinazione Venezia Lido.
Volo tutto sommato senza storia, utilizzando la strumentazione e l'autopilota del LAKE 270 : Como, VOR di Trezzo, Cremona, Legnago, Piove di Sacco, Chioggia, venezia Lido, dove imbarchiamo anche l'amico Antonio Carati e in meno di 30 minuti arriviamo a "La Comina".
Questo volo è leggermente più impegnativo del primo, in quanto tutta la zona del Veneto orientale richiede l'autorizzazione e il costante contatto radio con l'ente di controllo del traffico.
Inoltre per l'atterraggio a "La Comina" ci si è dovuti coordinare in quanto c'era parecchio traffico in arrivo, data l'importanza della manifestazione.

Brenna, Pittorelli e Carati.

Ci ha fatto piacere che, non appena atterrati, gli organizzatori ci abbiano chiesto di parcheggiare il Lake tra i veicoli in esposizione, in modo da poter essere ammirato dagli altri piloti e dai visitatori.
Interessanti gli aerei storici esposti e molto belle le esibizioni in volo.
Sono intervenuti molti aerei acrobatici, sia in qialità di solisti sia in pattuglia, ma soprattutto è stato emozionante vedere volare aeri che sembravano emergere da un lontano passato : gli Junkers trimotori, lo Spitfire, il B25 "Mitchell", il DC3 "Dakota", un paio di Yak e perfino tre aerei della prima guerra mondiale ricostruiti, che hanno simulato un duello aereo, con tanto di suoni di mitragliatrici e fumate degli aerei colpiti.
Lo spettacolo è stato ancora più gradevole in quanto ammirato da una location d'eccezione, da noi conquistata con un piccolo escamotage di tipica scuola italiana.
Alla fine della manifestazione è stato simpatico il decollo : dati i numerosi aerei in partenza, si decollava utilizzando alternativamente le due piste parallele a 10 secondi l'uno dall'altro. Cancello di uscita Conegliano e breve sosta a Venezia Lido per lasciare l'amico Antonio.
Al rientro con Pietro abbiamo deciso di effettuare una rotta alta, ovvero sui monti, nonostante la visibilità non fosse ottimale.
Decollo da Venezia Lido con uscita a Malamocco, Chioggia poi Padova e quindi rotta diretta sul Lago di Garda, dove siamo arrivati a 8000 piedi di quota.
Qui la visibilità era scarsa, con formazione di nubi sulla rotta, e abbiamo avuto il dubbio se dirigerci sulla costa sud del Lago di Garda, lasciando poi per Brescia, Trezzo, Como oppure se continuare sulla rotta alta.
Confidando sull'eccellente strumentazione del nostro aereo, abbiamo deciso di proseguire lungo la rotta alta, quindi Lago d'Iseo, a nord del CTR di Bergamo, Pusiano, Como dove siamo arrivati alle 20:15, con un bel laghetto proprio "da Lake".
Dopo un po' di tribolazioni per trovare un sito adatto all'ammaraggio, abbiamo parcheggiato l'aereo in hangar e siamo rientrati a casa soddisfatti per la bella giornata aviatoria.
Mario Pittorelli, Pietro Brenna

 

  

Qui sotto, alcuni degli aerei storici che hanno partecipato alla manifestazione.

 

La replica del Blériot.

 

 

Il triplano del “Barone Rosso”.

 

 

.

 

Lo Junkers.
 

 

.

 

 

 

.

 

.
 
.
 
.
 
Il DC-3.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Share on facebook